Tag: matrimonio civile

RITO CIVILE E RITO SIMBOLICO: LE 3 PRINCIPALI DIFFERENZE

Sposarsi con un rito diverso da quello tradizionale è un fenomeno sempre più diffuso. Tantissime coppie scelgono e continuano a scegliere per coronare il loro sogno d’amore, il rito civile o il rito simbolico. Un trend in continua ascesa che trova le sue motivazioni nella possibilità di dare al proprio matrimonio la forma che si desidera e di personalizzarlo come più piace e nell’atmosfera ricca di emozione e sentimento che in una cerimonia disegnata su misura si crea. Una scelta spesso dettata anche dalla praticità, perché in un matrimonio civile i documenti da presentare e l’iter della burocrazia si sono per i futuri sposi molto semplificati e in un rito simbolico non servono affatto.

Il rito simbolico e il rito civile hanno il medesimo fine, sancire l’unione d’amore e di vita di due persone, ma sono due celebrazioni diverse, che a volte rischiano di essere confuse. Per sgomberare il campo da dubbi, vediamo insieme come distinguerle, attraverso l’illustrazione delle più importanti differenze tra le due.

1) Solo il matrimonio civile ha valore legale

Firma dell'atto di nozze al termine del matrimonio civile

Solo il matrimonio civile – e non quello simbolico – ha valore legale, perché è un atto giuridico.

Il matrimonio officiato con rito civile è un atto giuridico. Si celebra davanti all’Ufficiale di stato civile

Continua

QUALI LETTURE VORRESTI PER IL TUO MATRIMONIO CIVILE?

Il momento più bello, intenso e speciale di un matrimonio civile sono le letture. Il rito civile, infatti, si concentra sulle domande e sulla lettura degli articoli di legge previsti, sulla sottoscrizione dell’atto nel rispetto delle formalità e si conclude, di solito, in una decina di minuti. È quindi molto breve, essenziale, impostato e formale. A differenza del rito religioso, però, molto più definito da questo punto di vista, il rito civile consente un’ampia libertà di scelta riguardo testi e letture. È sufficiente avvisare qualche tempo prima l’ufficiale di stato civile che volete inserire delle letture nel vostro matrimonio, e concordare con lui i momenti in cui leggerle e il rito civile diventerà una cerimonia estremamente personale e romantica, intima e intensa.

Saranno proprio le letture a dare a quei minuti il significato più profondo e a far splendere la vostra unione della luce dell’amore. Perché per voi è il giorno più bello della vostra vita, con cui celebrate i vostri sentimenti reciproci e date loro voce nel vibrare di un nuovo inizio, non solo un (pur importante) pezzo di Codice. Siete lì per promettervi amore eterno e giurarvi l’un l’altra di amarvi con tutto il cuore e di esservi fedeli per sempre.

wedding-1164933_960_720

Ora che avete deciso di inserire le letture nel rito civile del vostro matrimonio, si pone un dilemma: quali letture vorreste? Quali sono le letture giuste? E quando leggerle di preciso?

In linea di principio, potete arricchire il vostro matrimonio inserendo testi di ogni tipo, anche se io vi suggerisco, prima di tutto, di decidere un tema di fondo, un filo conduttore che con naturalezza vi porterà a descrivere ed esprimere, con i testi raccolti, il vostro amore. Se siete dei romantici e il vostro amore è nato sull’onda dolce del romanticismo, anche i testi la solcheranno. Se siete tipi pratici, che si sono incontrati incrociando i loro destini un bel giorno, le vostre letture saranno concrete e divertenti. Se siete particolarmente socievoli (e, visti i tempi, anche un tantino social) potete affidarvi agli amici e chiedere loro di dire come vi vedevano (e seguivano) sin dagli inizi. Li imbarazza scrivere un discorso? Potete sempre dir loro di contattarmi, che aiutarli è il mio lavoro.

Dopo questa doverosa premessa, andiamo dunque a vedere quali letture fanno per voi, per rendere il giorno del sì suggestivo, emozionante, unico e profondamente vostro. Nell’ultimo paragrafo, invece, troverete i miei consigli sui momenti e sull’ordine secondo cui leggerle.

 

1) Iniziate con una poesia

Il mio primo suggerimento è di inserire tra le letture per il vostro matrimonio civile, in particolare all’inizio, almeno una poesia. Soltanto i versi di un componimento poetico sono, infatti, capaci di racchiudere e spiegare l’essenza della vostra storia d’amore e del sentimento che avete costruito e vi lega e che, giorno dopo giorno, vi ha condotto a compiere il grande passo. Attraverso le parole, le immagini, le metafore raccontate con pathos, calore e magia di voi e del vostro prendervi per mano. Potete leggerla a due voci, alternandovi nella lettura delle strofe, un dialogo in cui dedica, canto e innamoramento si intrecciano.

Continua