• Galateo e linguaggio dei fiori

    IL LUNGUAGGIO DEI FIORI: LA VIOLETTA

    Trovate la versione arricchita e aggiornata dell’articolo qui!! Grazie ❤️❤️❤️❤️ A fine inverno e inizio primavera è facile incontrare durante una passeggiata nei boschi o nei prati di campagna un dolce e aggraziato fiorellino: la violetta. Una piantina che cresce bassa e che attira la sua attenzione, prima ancora che per il suo aspetto, per il profumo delizioso e dolce che spande nell’aria. Nel linguaggio dei fiori la violetta, sia che si tratti delle specie odorata (viola mammola) e labradorica – le più comuni – sia delle altre specie selvatiche, incarna diversi significati. Se si guarda alle sue caratteristiche botaniche e  al suo aspetto, per il suo essere una piantina…

  • Galateo e linguaggio dei fiori

    IL LINGUAGGIO DEI FIORI: IL VISCHIO

    Il vischio (Viscum album) è una pianta cespugliosa sempreverde che cresce aggrappata in prevalenza a pioppi, tigli, olmi, biancospini, querce, agli alberi da frutto (noci, peri, meli, sorbi, mandorli, susini) e alle conifere come abeti, pino montano e pino silvestre. Nasce e si sviluppa in posizioni alte dell’albero (il ciclo vitale della pianta non tocca mai il terreno¹), in quanto ricerca la luce, cruciale nei primi anni per la sua crescita e importante per tutta la durata della sua vita, per continuare a svolgere la fotosintesi. È, infatti, una pianta emiparassita (epifita): si nutre della linfa degli alberi di cui è ospite (per approvvigionarsi dell’azoto, oltre che di acqua e…

  • Galateo e linguaggio dei fiori,  Natale

    IL LINGUAGGIO DEI FIORI: L’AGRIFOGLIO

    L’Ilex aquifolium è un albero sempreverde capace di raggiungere i dieci metri di altezza. Le sue qualità estetiche lo rendono uno dei più begl’alberi ornamentali che ci siano. La sua chioma è formata da foglie di un elegante verde scuro lucido venato di bianco o di beige nella pagina superiore e verde chiaro in quella inferiore. Le foglie giovani sono all’inizio totalmente verdi, di una tonalità anch’essa scura ma più tenera rispetto alle foglie dell’anno precedente e molto graziosa. I frutti dell’agrifoglio sono bacche rosse polpose apprezzate e ricercate dagli uccellini e assai decorative, in quanto si sviluppano a grappolo. Quali sono i significati che la pianta, nel linguaggio dei…

  • Galateo e linguaggio dei fiori

    IL SIGNIFICATO DEI FIORI: L’EUPHORBIA, LA STELLA DI NATALE

    La Stella di Natale, nome scientifico Euphorbia pulcherrima, conosciuta e classificata, per la cronaca, anche come Poinsettia pulcherrima, è un arbusto nativo del Messico e del Centro America che può raggiungere, nelle sue zone d’origine, i 3 o 4 metri di altezza. Da noi, a parte qualche eccezione, rimane di dimensioni piccole e contenute (tra i 50 centimetri e il metro di altezza) e viene coltivata come pianta d’interni a scopo ornamentale. È infatti venduta in questo periodo, dopo averne forzato la fioritura, per impreziosire e decorare la casa e darle una nota festosa in più. Quali sono i significati di questo fiore? La stella di Natale porta con sé…

  • Galateo e linguaggio dei fiori

    IL SIGNIFICATO DEI FIORI: IL GERANIO

    Puoi leggere l’articolo rivisto e ampliato sul significato del fiore di geranio nel mio blog Nella terra dei fiori. Ti basta cliccare qui. E se vuoi leggere la mia storia sulla nascita del primo geranio, dai un occhio qua. Il geranio è una delle piante più amate e diffuse, per l’abbondanza della sua fioritura e per i colori vivaci delle corolle. È una presenza gentile e instancabile sui nostri davanzali e giardini, in grado di rallegrare immediatamente il luogo in cui viene messo a dimora. Il nome geranio deriva dal greco geranos, che significa gru. Richiama la forma del frutto della pianta, quello che rimane una volta caduti i petali, che…

  • Galateo e linguaggio dei fiori

    GALATEO E LINGUAGGIO DEI FIORI

    Una storia lunga e antichissima quella che segna e contraddistingue il legame speciale che si è instaurato tra l’uomo, le essenze floreali e ciò che per lui rappresentano. Da millenni, infatti, l’uomo coltiva fiori e piante, affascinato dalla loro bellezza, fatta di infinite forme e colori, e dai profumi che quasi sempre li accompagnano. Mosso dal desiderio di catturarla per goderla, valorizzarla e averla a disposizione in ogni momento, le ha riservato piccoli e grandi spazi¹ per prendersene cura e proteggerla. Famosi sono i giardini di Babilonia che re Nabucodonosor fece erigere nel VI secolo a.C. per la moglie e considerati una delle sette meraviglie del mondo, come pure è…

  • Galateo e linguaggio dei fiori,  Pensieri e divagazioni del venerdì,  Personal writer,  Racconti,  Storie d'amore,  Storie di animali e dalla natura

    I DUE CILIEGI INNAMORATI: PENSIERI E DIVAGAZIONI DEL VENERDÌ

    Tutti gli innamorati si parlano tra loro, con un codice personalissimo, spesso in modo misterioso e, soprattutto, sconosciuto e invisibile ai più. Ed è questo uno dei concetti alla base del racconto I Due ciliegi innamorati. Una romantica e dolce storia zen¹ ambientata in Giappone. E non è un caso che sia collocata proprio là dove il ciliegio² ha connotati fortemente simbolici. Il ciliegio rappresenta, infatti, la modestia, la grazia, la purezza, l’integrità morale, la lealtà, il coraggio, la pazienza. Il fiore di ciliegio (o Sakura nella lingua giapponese) è molto delicato e fragile, ma è tenace: affronta le avversità del clima e arriva sempre a sbocciare e mostrarsi nel…