Arte e dintorni,  Poesie

IL BACIO di Gustav Klimt

IL_BACIO_di_Gustav_KlimtCome una luna costellata
di fiori sei per me.
Bellezza eterea, vestita di ogni perfezione,
appoggiati al mio nido,
avvolgiti nel mio manto d’amore,
e amore e riparo troverai.
Sarò per te scudo e corona.
Aggrappata al tuo collo
protetta e sicura nelle tue mani
mi abbandono all’estasi che scintilla.
Sono la tua colonna e la tua gioia,
sei la mia nuvola di sogni e sei mio.
Sgorga dall’abbraccio, dal bacio
oro, oro fino, giallo e rosa.
Scende dai nostri cuori
una cascata di foglie dorate
e fiori colorati che ci fanno da tappeto.

Io ti ho scelto.
Tu mi hai scelta.

La poetica dorata dell’amore, la vita avvolta e avvinta ad un’altra vita e alla bellezza. Un amore che canta all’universo la sua preziosità, che è come un’onda che risuona e si diffonde nel tempo e nello spazio e li pervade.
Un amore che diventa l’estasi della sublime unione: lui proteso con tenerezza sorregge e protegge l’amata, la tiene stretta a sé, lei completamente affidata a lui, è totalmente legata all’amato, la sua dolce ancora.
Un idillio totale, un ruscello d’oro e di fiori, che ha per tappeto la freschezza di un prato e per orizzonte l’universo.

©Federica

2 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *